Laboratorio di Training Gestaltico “LA SEDIA VUOTA”

La “sedia vuota”: che sarà mai questa “tecnica” chiamata “sedia vuota”?

osservando quello che si verifica durante l’utilizzo di questa tecnica, si osserverà una persona seduta su una sedia, che ha davanti una sedia vuota. La cosa strana (e per strano intendo non usuale, per non dire bizzarra) è vedere questa stessa persona che parla a qualcuno (o molto spesso qualcosa) che a livello immaginativo è piazzato proprio davanti, proprio sulla sedia.

Che altro dire?

Venite, anzi, correte a vedere di cosa si tratta.

Sabato 8 e Domenica 9 Novembre 2014  

sedia vuota

Il FAPP (Formazione Psicologia Pescara)organizza in collaborazione con la Bottega Accademia di Gestalt un seminario esperienziale a numero chiuso rivolto esclusivamente a Psicologi e Psicoterapeuti sulla prassi gestaltica della “sedia vuota”.

2

3 4

Con il termine “sedia vuota o sedia calda” si indica il tradizionale “lavoro della sedia” utilizzato da Fritz Perls, come setting operativo della sua Gestalt Therapy e divenuto, nel tempo, l’emblema stesso di questo approccio. Lungi dall’essere il comparto tecnico di una teoria, la “sedia calda ” è la messa in pratica dei principi derivati dalla visione gestaltica del mondo e delle relazioni. In Gestalt, tecniche e teorie sono considerate strumenti che allontanano il contatto terapeutico e lo trasformano in un esercizio di potere classificatorio, in nome di un cambiamento programmato e troppo spesso impossibile. Il “lavoro della sedia”, invece, è l’esperienza stessa del contatto con quel che c’è, lontano dalle fantasie e dal sottile disprezzo per se stessi, racchiuso in ogni anelito di cambiamento. La sedia diventa così il tempo e il luogo del presente in cui essere se stessi. Un luogo e un tempo in cui si sospende l’infinita tortura dell’automiglioramento, per accettare la realtà e la vita. La Gestalt vede, infatti, il cambiamento come l’effetto naturale degli eventi piuttosto che l’improbabile esito di un programma terapeutico. Il paradosso che questa visione sottende è che si comincia a cambiare quando si smette di volerlo; che il cambiamento è nelle cose della vita e ad essa appartiene. Volere imprimere una direzione propria con la volontà, per lo più contro la realtà di se stessi, è il vero controsenso. Si cambia quando la vita di nuovo fluisce, libera e senza barriere, presupposti, fantasie che la bloccano nelle prigioni mentali del dovere, della colpa e dell’orgoglio.


Note biografiche del conduttore:

Dr Mimmo Ciavarelli

(Napoli, 1954) psichiatra e psicoterapeuta gestaltico, è stato per dieci anni allievo diretto di Barrie Simmons, decano della Gestalt Therapy europea. Alla scomparsa del maestro fonda La Bottega:   un’accademia di terapia, ricerca e trasmissione  diretta della Gestalt tradizionale.  Oltre che in  Italia, prosegue l’attività di trasmissione che fu già di Simmons anche in Grecia.

E’ autore dei libri:

Gestalt. L’ovvio per i giorni alterni” (Armando editore 2011)

Gestalt. Sentieri di consapevolezza” (Armando editore 2013)

“Fiori di montagna Aforismi gestaltici” (Armando editore 2014)


Calendario delle attività:

Sabato 8 Novembre: ore  9:30 -13:30 / 15:00 -19:00

Domenica 9 Novembre: ore  09:30 – 13:30

Il laboratorio si svolgerà presso la Sede del F. A. P. P. in Via Strada Vicinale Case Salvatore 31- Pescara (PE)

Costo del Laboratorio: 200,00 Euro


Per perfezionare la propria iscrizione è necessario versare la caparra di 100,00 Euro entro e non oltre il 25 Ottobre 2014.

Per informazioni e prenotazioni

Dr. Mimmo Ciavarelli: 333 362 5679

mail: labottega.accademiagestalt@gmail.com;          http://www.mimmociavarelli.it/

Segreteria Organizzativa FAPP

http://www.formazionepsicologiapescara.it

mail: formazionepsicologiapescara@gmail.com

Dott Giovanni Ruggiero: 328 014 0821

Dott.ssa Ilaria Rizzo: 340 260 5452

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...